Come affrontare la tua prima Spartan Race

Amici o parenti ti hanno trascinato in questa nuova avventura e tu, in un momento di enfasi misto adrenalina, ti sei fatto travolgere dall’idea di partecipare alla tua prima Spartan Race. Ecco alcuni consigli per arrivare al meglio sulla starting line.

Scegliere quale gara

Spartan Race in Italia si suddivide generalmente in tre tipologie di gare, Sprint (5+km e 20+ ostacoli), Super (13+km e 25+ ostacoli) e Beast (21+km e 30+ ostacoli). Da quest’anno è stata aggiunga anche HH – Hurricane Heat ma fa parte delle gare Endurance.

Dato che sei un neofita, il mio consiglio è di approcciare l’universo Spartan iscrivendoti ad una gara Sprint, pochi km ma ostacoli tosti da affrontare, una volta conclusa, potrai pensare ad una Super e di conseguenza ad una Beast. Tieni inoltre ben presente che il costo di iscrizione aumenta più ti avvicini all’evento, per cui cerca di iscriverti per tempo.sportograf-99179555

Preparazione alla gara

Il mio primo consiglio è senza dubbio di non sottovalutare l’impegno. Capita spesso di vedere sul percorso persone non preparate ed il rischio di infortunio è sempre dietro l’angolo. Se sei già un runner ed il tuo primo pensiero è -corro già le mezze maratone, cosa vuoi che siano 5km- dovrai ricrederti, gli appoggi del piede sono completamente diversi (le Spartan si corrono prevalentemente su fango e sterrato), il tuo metabolismo aerobico dovrà far fronte ai continui cambi di velocità e ritmo dettati dalle salite e dagli ostacoli e dovrai essere preparato anche all’utilizzo degli arti superiori per i trasporti, la lancia ed il più temuto multirig. Una corretta preparazione, in assenza di parchi OCR (obstacle course racing) potrebbe essere il crossfit (o allenamento funzionale) abbinato a delle sedute di corsa.

Prenditi per tempo, chiedi consiglio ad un esperto e preparati in modo adeguato.

Abbigliamento

L’ideale, visto il fango, filo spinato ecc, è di indossare vestiti che si possano rovinare.

Scarpe. Una scarpa da trail può andare benissimo, anche se, con la crescita di queste gare, case com Reebok ecc. hanno creato dei prodotti apposta. Io utilizzo delle Salomon Speedcross pro, ma anche delle Inov8, La Sportiva, Merrell ecc. possono andare bene. sportograf-99204297Cosa importante è provarle prima della competizione e non cedere alla tentazione di utilizzare le vecchie scarpe da running.

Calzini. Dovrai scavalcare muri di legno, arrampicarti sulla corda e strisciare sotto il filo spinato, un paio di calzini lunghi sono l’ideale per evitare abrasioni. In alternativa puoi indossare dei compressori quando affronti distanze più lunghe.

Pantaloncini. Qua nascono i primi dubbi: leggins, pantaloni lunghi o pantaloncini corti? Sono dell’idea che meno “stoffa” hai addosso meglio è, un paio di pantaloncini corti aderenti (o leggins se fa freddo) sono l’ideale per non rimanere impigliato e non risultare “pesanti” una volta bagnati.

Maglietta. Vedi la voce precedente. Alcuni atleti preferiscono correre senza maglietta, altri invece scelgono una termica aderente. Decidi tu in base alla tua comodità.

Extra. Manicotti, orologio, zainetto, carbogel ecc. sono a oggetti a tua discrezione, non sono fondamentali ma possono essere utili. I manicotti evitano le abrasioni da legno e terreno, l’orologio ti aiuta e ti monitora (ma occhio che rischia di rovinarsi nel fango), gel e zainetto sono utili per distanze maggiori. Normalmente Spartan Race fornisce più ristori e ben forniti, durante le gare, dove bere e assumere sali, ma se corri una Super o una Beast con temperature elevate, allora ti consiglio di equipaggiarti.sportograf-99204422

Il giorno della gara

Parcheggio. Al tuo arrivo normalmente (Milano esclusa) c’è un ampio parcheggio a pagamento adiacente la zona gara (qualche giorno prima riceverai una mail con tutte le indicazioni necessarie). Il costo è di 5€ che ti verranno scalati se farai acquisti all’interno dello store.sportograf-108228483

Registrazione. Non arrivare impreparato, stampati il “waiver” firmato e dirigiti verso il desk registrazione. Ti verrà data la fascetta con il numero di gara, il chip ed un braccialetto adesivo bianco.

Fascetta. La fascetta non è altro che il tuo pettorale, indossala ben visibile per tutta la durata della gara. Se mai farai la batteria elite sappi che chi non ha il numero ben visibile, rischia la squalifica.

sportograf-108228476Chip. Il chip va legato alla scarpa con due metodi, il primo è facendo passare i lacci nei buchi presenti, il secondo è legandolo con delle fascette. Va conservato fino alla fine, una volta all’arrivo, lo consegnerai e riceverai in cambio la t-shirt finisher.

Braccialetto bianco. Non è altro che il tuo riconoscimento in formato digitale. il codice QR stampato sopra contiene le tue informazioni e la batteria di partenza. Conservalo fino alla fine perchè in alcune gare potrai scambiarlo con una birra ghiacciata all’arrivo.

Deposito Borse. Hai superato la registrazione, ti sei cambiato e sei pronto per partire, ultimo step, porta i tuoi averi al deposito borse. I volontari ritireranno i tuoi beni e ti daranno un braccialetto con un numero abbinato. A fine gara potrai andare a ritirare tutto.

sportograf-87188694Doccia. Nota dolente delle Spartan Race, la doccia a fine gara. In vero stile spartano sono a disposizione dei rubinetti con acqua fredda per sciacquare via il grosso dello sporco, ti consiglio di portarti via qualche sacchetto di plastica dove mettere gli indumenti usati in gara.

Ora che hai tutte le informazioni necessarie sei pronto per andarti a prendere la tua prima medaglia SPARTAN RACE #AROO

 


sportograf-108241107

Alberto – Spartan Race Global Brand Ambassador 2017 – instagram account

 

 

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *