Rea Palus Race

Convinti dalla particolarità della gara, siamo andati a Rapallo domenica 8 aprile 2018. Eccovi il nostro resoconto.

Logistica

Rapallo è una cittadina di mare in provincia di Genova, si trova nella riviera di Levante e più precisamente nel golfo del Tigullio. Per raggiungerla siamo usciti dall’autostrada e abbiamo facilmente raggiunto la zona ritiro pettorali.

Essendo bassa stagione è stato semplice parcheggiare, lasciare le nostre borse, prepararci e scaldarci prima del via.

La gara è stata anche pensata per gli accompagnatori, la sua spiaggia e la sua passeggiata offrono tutti i servizi ai tifosi per tutta la durata della corsa.

Zona Festival

La zona festival si trova in spiaggia, niente di meglio per una gara al mare. Partenza ed arrivo nello stesso punto, ristoro e stand gastronomici ci hanno accompagnati per tutto l’evento.

Piccolo appunto: la starting zone poteva essere valorizzata meglio. Una linea di partenza o un arco gonfiabile avrebbero reso molto più visibile la partenza delle varie batterie.

La zona riscaldamento invece era uno spettacolo, ci si poteva preparare sul molo, adiacenti al mare. Ottima idea!

 

La gara

Rea Palus Race: 9,3km con 680m ca. di dislivello positivo, pendenza media 12,7%, pendenza massima 44,6% – 800m iniziali (e finali) sulla spiaggia, il resto asfalto/ciottolato.

Il percorso si snoda con una serpentina sulla spiaggia di Rapallo dove sono stati posizionati 10 ostacoli, per poi approdare sulla scogliera prima di indirizzarsi in salita con direzione Santuario di Montallegro (597sldm). Una volta arrivati in cima, si torna giù in discesa verso gli ultimi dieci ostacoli fronte mare prima del traguardo.

Grandioso coinvolgimento del pubblico che si assiepava sulla passeggiata ed incitava tutti gli atleti

N.B. la categoria elite (50 migliori atleti in gara) ha dovuto affrontare un undicesimo ostacolo una volta arrivati al Santuario, un trasporto di un secchio d’acqua da 17l. La stessa quantità doveva essere riconsegnata per poter procedere.

Peccato per la partenza della gara ritardata di un’ora e di conseguenza anche le batterie successive, unica nota negativa di giornata.

I DUE OSTACOLI PIÙ BELLI E DIFFICILI, A NOSTRO AVVISO, SONO STATI: 

Bucket carry: solo per gli elite, situato all’arrivo della parte di trail running, all’altezza del Santuario di Montallegro.

Flying Monkey: ostacolo bellissimo e molto tecnico. Simile ad un monkey bar classico, ma con traverse distanti 1,05cm. Per superarlo bisognava staccarsi e aggrapparsi al piolo successivo con entrambe le mani contemporaneamente.

Docce

Gli spogliatoi erano all’interno della palestra dove ci si registrava. Era previsto anche un servizio borse sorvegliato durante tutta la durata della manifestazione.

 

WARRIORS RACE ADVISOR

Gara 8 stelle su 10

Ostacoli 6 stelle su10

Percorso 8 stelle su 10

Paesaggio 8 stelle su 10

 


sportograf-108241107

Alberto The Warriors Diary – Spartan Race Global Brand Ambassador 2018 – instagram account

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *