Corsa in Montagna, Skyrunning, Trail running: differenze?

Quando si pensa alla corsa in outdoor, spesso si tende ad includere tutto in un unico calderone, quello del Trail Running.
Ma se scorporiamo le varie discipline, ci accorciamo che possiamo suddividerlo in tre categorie ben distinte:

  • Corsa in montagna
  • Skyrunning
  • Trail running

Ma quali sono le differenze più apprezzabili?

Corsa in Montagna

E’ senza dubbio quella più partecipata. Di solito presenta tracciati poco tecnici e molto veloci, dislivelli limitati e distanze relativamente brevi rispetto alle altre discipline.
Inoltre la corsa in montagna è ufficialmente riconosciuta come specialità dell’atletica dalla IAAF.

Skyrunning

E’ senza dubbio quella più spettacolare e comprende a sua volta  diverse specialità: km verticale, skyrace e skymarathon.
Queste gare hanno come caratteristica principale

( Photo credit: Cristian RIVA)
#montagnaexpress #limoneextreme

l’alta tecnicità dei percorsi (si arriva anche oltre i 3.000m) con passaggi alpini e non alla portata di tutti.
Non è riconosciuto dalla IAAF ma è regolamentato dalla ISF (International Skyrunning Federation).

Trail Running

Deriva dalla parola trail (sentiero) e comprende tutte le attività off-road di qualsiasi tipo, non necessariamente in montagna ma anche tra boschi, parchi ecc.
Ciò che le caratterizza è senza dubbio l’auto-sufficienza, ovvero il fatto che i partecipanti debbano portarsi cibo e bevande dalla partenza senza poter contare su assistenza esterna ai punti prestabiliti (ristori).
Solitamente i tracciati non presentano grosse difficoltà tecniche e sono quindi alla portata di tutti quelli che possiedono un livello minimo di preparazione atletica.
E’ una disciplina regolamentata dall’ITRA (International Trail Running Association) e riconosciuta dalla IAAF.

Alberto Lorenzetto

NEXT STOP –> COS’E’ IL PUNTEGGIO ITRA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *