Trail Running – il punteggio ITRA

“Le competizioni di trail running sono gare a piedi aperte a tutti, che si svolgono in ambiente naturale (montagna, deserto, foreste, pianura…) con pochi tratti percorsi su strade asfaltate (che non dovrebbero superare il 20% del percorso totale). Il tipo di terreno può essere vario (strade sterrate, sentieri…) e il percorso deve essere adeguatamente segnalato. Le gare devono essere preferibilmente affrontate in auto-sufficienza o semi auto-sufficienza rispettando i principi etici, la lealtà, la solidarietà e l’ambiente”

Oltre alle linee guida, ITRA propone un punteggio in base al tipo di gara in modo da raggruppare le competizioni in modo coerente. A differenza di quanto fatto in passato, dove il calcolo si basava semplicemente sulla distanza in km, ITRA ha deciso di ricalcolare e seguire una tabella in base al km-effort. 

Due gare da 100km ma con dislivello differente non possono provocare nel trail running lo stesso sforzo fisico, ecco perchè è stato deciso, da marzo 2018, di calcolare il punteggio in questo modo: distanza (km) + centinaia di m di dislivello

Per una gara di 65 km e 3500 m di salita: 65 + 3500/100 = 100

PUNTEGGIO ITRA

  • 0 ITRA punti per il numero di km-sforzo tra 0 e 24
  • 1 ITRA punti per il numero di km-sforzo tra 25 e 44
  • 2 ITRA punti per il numero di km-sforzo tra 45 e 74
  • 3 ITRA punti per il numero di km-sforzo tra 75 e 114
  • 4 ITRA punti per il numero di km-sforzo tra 115 e 154
  • 5 ITRA punti per il numero di km-sforzo tra 155 e 209
  • 6 ITRA punti oltre i 210 km-sforzo

A COSA SERVE IL PUNTEGGIO ITRA

Limitare il numero di iscrizioni, che quasi sempre supera abbondantemente il numero di posti disponibili
Tenere alto il livello dei corridori;
Avere atleti che sanno quello che fanno, non si può improvvisare una gara da 100km dopo averne corsa solo una da 30.
Alberto Lorenzetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *